cave e inerti

Una filiera che comincia dalla produzione delle materie prime

Coop Costruzioni riesce ad essere concorrenziale con la propria cultura del lavoro, ma anche gestendo in proprio le materie prime. All’inizio della filiera c’è il Frantoio Inerti di Pianoro Vecchio, a circa 15 Km dal centro di Bologna. La materia prima costituita da ghiaia in natura viene estratta in una cava a cielo aperto a 5 Km più a monte in comune di Loiano (Bo). La relativa vicinanza alla maggior parte delle opere cantieristiche, permette rapidi rifornimenti con contenuti costi aggiuntivi. L'estrazione in cava avviene di continuo e il trasporto  è assicurato giornalmente con 5 mezzi d’opera da 30 t/cad che fanno la spola lungo la Fondovalle Savena.

La produttività dell'impianto è di circa 1.200 mc/giorno di ghiaia da cui vengono selezionati materiali inerti che vanno dalla sabbia al pietrisco, fino allo stabilizzato e al misto premiscelato.

Il Frantoio Inerti è dotato di un impianto certificato ICMQ per la produzione di misto-cementato per sottofondi stradali e autostradali con una capacità produttiva di di 450 mc/giorno.

Inoltre presso il Frantoio Inerti è presente un Centro di Recupero Autorizzato di Rifiuti non pericolosi derivanti dalle demolizioni di costruzioni. Dai rifiuti vengono recuperati materiali come misto macinato o fresato da conglomerato bituminoso e terra,

in conformità con le più recenti tecniche di recupero. Infatti tutti i materiali prodotti presso il Frantoio Inerti sono sottoposti a marcatura di conformità CE – sistema 2+